Turismo in Slovenia Visitare Pirano, una guida per visitare e scoprire Pirano, Slovenia.

Bandiera Slovenia

    Terme in Slovenia
Casinò in Slovenia

Turismo della città di Pirano

Pirano è una vecchia e ben conservata città mediterranea collocata sulla punta della penisola di Pirano (Punta Madonna). La città ricorda un grande museo all'aria aperta, con architettura medioevale ed una ricca eredità culturale derivanti dal lungo dominio ed influenza di Venezia.

Vie strette e piccole case donano alla città il suo fascino particolare. L'abitato si divide in due storici rioni: Punta e Marciana (o Marzana) divisi dall'insenatura del porto e dallo spazio che fu dell'antico mandriacchio; li circondando numerose contrade e piccole frazioni.

.

Pirano è il centro amministrativo dell'area circostante e uno dei principali luoghi turistici della Slovenia.

Pirano è la città natale del compositore e violinista Giuseppe Tartini (nato l'8 aprile 1692), che svolse un ruolo importante nel dar forma all'eredità culturale della città. A lui è dedicata la piazza principale di Pirano: Piazza Tartini/Tartinijev trg.

Per celebrare il 200° anniversario della nascita di Giuseppe Tartini, la popolazione di Pirano decise di erigere un monumento in suo onore. L'artista Antonio Dalzotto ebbe l'incarico di creare la statua di bronzo del "maestro", che venne messa sul suo piedistallo nel 1896.

La statua domina la piazza, sovrastata dalla Cattedrale di San Giorgio. La stessa P.zza Tartini fu creata pochi anni prima, con l'interramento nel 1894 dell'area dell'antico mandracchio.

Altri piranesi celebri sono stati:

Cesare Dell'Acqua, pittore di respiro europeo, considerato uno dei migliori "acquerellisti" del XIX secolo, che nacque a Pirano nel 1821 e vi trascorse gli anni dell'infanzia e della prima giovinezza prima di trasferirsi a Trieste ed infine a Bruxelles dove morì nel 1905.

Diego De Castro, nato nel 1907 nel centro storico da una delle più influenti famiglie cittadine. Fu studioso, intellettuale e diplomatico, tra i più grandi personaggi istriani del '900, profondamente legato alla sua città, dalla quale si separò con l'esodo. È scomparso di recente, ultra-novantenne.

Don Francesco Bonifacio, sacerdote nato a Pirano nel 1912, riconosciuto come uno dei "Martiri" delle Foibe assurti a "simbolo" di questa tragedia, fu prelevato dai partigiani titini nel settembre del 1946, brutalizzato ed ucciso senza lasciare tracce.

È ancora presente in città una discreta minoranza italiana autoctona di circa 1550 persone ovvero il 9,2% (di cui 1174 iscritti alla locale Comunità degli Italiani), nonostante il massiccio esodo che la coinvolse negli anni '50.

Torna alla pagina su Pirano


Deprecated: Assigning the return value of new by reference is deprecated in /home/europada/public_html/application/library/Php/xmlrpc.inc on line 583